Main menu:

Ultimi Articoli

  • Come gestire il tempo

    Salve sono una ragazza di 23 anni, frequento l’Università. Ho intrapreso un percorso universitario lungo, ma non riesco a gestire il mio tempo causando ritardi negli esami, mi sento una persona inconcludente e ho il terrore di deludere la mia famiglia. Ho paura che il tempo passi in fretta e […]

  • Perchè non trovo un fidanzato?

    E’ davvero deprimente vedere che tutte le tue amiche hanno un ragazzo mentre tu sei eternamente single.  “Perché non riesco a trovare un fidanzato?” E’ una domanda che ho sentito spesso da donne di tutte le età. Diciamo che fino a questo momento non sei stata particolarmente fortunata e che […]

  • Monia è innamorata…lui non ricambia i suoi sentimenti

    Dott.ssa buonasera, ho il cuore spezzato, sono innamorata di un uomo che non ricambia i miei sentimenti…. Cosa posso fare per smettere di soffrire? Grazie Monia Ciao Monia, l’amore non corrisposto è davvero doloroso. È una brutta esperienza sia per la persona innamorata che per l’oggetto del desiderio. L’obiettivo che […]


Disturbi di Coppia

Oggi più che mai le coppie sono sottoposte a condizioni di vita stressogene che minano i presupposti di una vita relazionale armoniosa ed equilibrata.

I ritmi di vita concitati, le difficoltà nella conciliazione tra lavoro e famiglia, lo sgretolamento dei valori di riferimento della società, la crisi economica, mettono quotidianamente a dura prova le esigenze della coppia, in termini di tempo, energie, motivazioni, equilibrio ed armonia.

Uno dei problemi più diffusi tra le coppie è senz’altro la fragilità della comunicazione tra i partners, compromessa dalla necessità di obbedire sempre a criteri quali la rapidità, l’efficienza, la sintesi. La difficoltà nel comunicare accresce la solitudine nel singolo e inibisce la capacità di creare quello spazio vitale, unico ed inimitabile per ogni coppia, che definiamo la “dimensione del NOI”.

I due partners percorrono due cammini di crescita paralleli, senza uno spazio di sana e costruttiva condivisione. Per la coppia è difficile riuscire a superare la difficoltà di comunicare senza l’aiuto psicoterapeutico, perché questo tipo di chiusura porta i due partners a perdere progressivamente energie e motivazioni, compressi nella rabbia, nella frustrazione e nell’isolamento.

Il percorso psicoterapeutico deve accompagnare per mano i due partners (prima in un lavoro individuale e poi di coppia) a toccare nuovamente la bellezza dello sguardo, del sorriso, della parola per l’altro, del dialogo.

Un fenomeno molto diffuso è la depressione della coppia, che può riguardare uno solo dei due partners, ma evidentemente è destinata a coinvolgere il benessere e la qualità della vita di entrambi.

Il partner depresso manifesta una sorta di anestesia emotiva ed affettiva, tale che la sua volontà e capacità di relazionarsi siano praticamente invalidate. A questa attitudine corrisponde nella maggior parte dei casi anche l’anedonia, cioè la mancanza di interesse verso il piacere fisico e quindi anche la perdita della libido, con conseguenti problematiche sessuali a carico della coppia.

Il lavoro psicoterapeutico individuale in questo caso è imprescindibile in quanto il singolo dovrà prima ripercorrere il proprio vissuto, rivedere il vecchio copione e trovare le strategie per superare i propri conflitti e quindi riavvicinarsi con nuove energie al proprio partner, ritrovando l’armonia della coppia.

L’armonia non è infatti un fatto scontato; essa richiede l’intimità, la complicità, la fiducia, la tolleranza, la gratificazione, lo scambio, la stima reciproca e la capacità di sostenere il conflitto, inevitabile per qualunque coppia.

Quest’ultima competenza presuppone la capacità di accogliere l’altro nella sua diversità, affinché il conflitto apparente si traduca in un incontro di due mondi e quindi in un’occasione di crescita.

Un indicatore fondamentale del benessere della coppia è la sessualità, alla quale sfera è strettamente correlata l’intimità, alimentata da fattori quali l’accoglienza, la condivisione, la capacità di entrare in ascolto e contatto profondo con l’altro, lo scambio emotivo. Senza un buon grado di intimità è difficile che la coppia riesca a vivere la sessualità in maniera piena, libera e gratificante.

Scopo del percorso terapeutico è di indagare i comportamenti, comprendendo le motivazioni di disagio e trovando modalità e strategie per risolvere i conflitti, nella gran parte dei casi causati dalla tendenza a reiterare un vecchio “copione”, ovvero esperienze memorizzate dall’infanzia.

Il focus della terapia è sempre la relazione, cioè gli scambi del soggetto (siano essi verbali o non verbali).

E’ fondamentale, per una vita relazionale soddisfacente ed efficace, in qualsiasi ambito sociale, essere consapevoli dei nostri stati dell’Io e soprattutto dei ruoli che essi giocano nei confronti dei nostri interlocutori.

Tale consapevolezza ci aiuta ad essere più padroni di noi stessi nelle diverse situazioni comunicative: capaci di interpretare correttamente i messaggi che ci vengono inviati e di rispondere in maniera più opportuna ed efficace.

Per quanto riguarda il rapporto di coppia, tale consapevolezza è imprescindibile: essa è il presupposto fondamentale per costruire una relazione sana, equilibrata ed armoniosa dove i partners, grazie ad una comunicazione di coppia efficace, sanno riconoscere e superare i vecchi copioni personali, gestire ed individuare strategie creative per superare i conflitti.